Chi siamo

Home/ Chi siamo

La nostra storia

La nostra storia comincia a cavallo degli anni 1980/1981, quando il Gruppo Alpini Presolana, per meglio ricordare il loro Presidente da poco scomparso (Angelo Tomasoni), decise di acquistare un autolettiga e dotare la Conca della Presolana di un servizio di emergenza e sotto la spinta del Sig. Gianni Novelli si decide di costituire una associazione di pubblica assistenza.

17 novembre 1981

A Castione della Presolana nasceva il "CORPO VOLONTARI PRESOLANA".Il primo corso fu strutturato con lezioni teoriche e pratiche tenute a Castione della Presolana con il tirocinio tenuto sulle ambulanze della Croce Bianca a Milano. Il buon riscontro della popolazione permise alla nuova associazione di iniziare l'attività di soccorso il primo dicembre 1981.
L'obiettivo del gruppo Alpini Presolana era stato realizzato in meno di 1 anno, con solo 50 volontari, si riusciva a garantire la copertura 24 ore al giorno per tutti i giorni... e non solo. Nonostante il numero limitato di volontari nell'inverno '82 si iniziò il servizio di soccorso di emergenza su piste da sci.
Una delle prima istituzioni che riconobbe l'associazione fu l'USSL 25 di Clusone, che nel 1984 affidò al Corpo Volontari Presolana di Castione l'incarico di prestare servizio nei comuni di: Castione della Presolana, Cerete, Fino del Monte, Onore, Rovetta e Songavazzo.
Visto l'incremento del numero di volontari e dei servizi, l'amministrazione comunale nel 1985 forni all'associzione una sede più grande ed adeguata.Intanto grazie ad un ulteriore corso di formazione il numero dei volontari era salito a 80.
Oltre ai vari servizi di urgenza sul territorio, iniziavano ad arrivare le prime richieste di viaggi privati e dal 1990 l'USSL 25 di Clusone avendo necessità di avere a disposizione autoambulanze attrezzate per poter portare i pazienti degenti nei vari reparti degli ospedali di Clusone e Groppino verso ospedali dotati delle più moderne macchine per la diagnostica, richiedeva i cosiddetti "viaggi programmati".

1989

Si iniziò a discutere sulla possibilità di aderire all'Unione Regionale Lombarda Associazioni di Pubblica Assistenza (che poi diventerà A.N.P.AS.). Contemporaneamente la Comunità Montana Valle Seriana Superiore decise di affidare al Corpo Volontari Presolana il servizio di Telesoccorso con cui si garantiva un'assistenza costante e un intervento pressoché immediato verso coloro, soprattutto persone anziane e sole, che erano in possesso del ricevitore. Si inizio anche a costruire un nucleo di protezione civile, risalgono infatti a quegli anni le prime esercitazioni congiunte con le altre associazioni di volontariato e con le istituzioni preposte al servizio.

1990

Lo storico presidente Sergio Tomasoni e il direttore sanitario dott. Mario Merelli, dopo anni di forte impegno, diedero le proprie dimissioni. Subentrarono come presidente la Sig.ra Nada Tkalec, che lasciò dopo poco tempo il posto al Sig. Aronne Masseroli e come direttore sanitario la dottoressa Flora Fiorina.

1992

Un anno importante per il soccorso sanitario di urgenza: si iniziava a discutere del 118, un numero ti telefono unico a livello nazionale per la ricezione delle richieste di soccorso, diventerà attivo dal 1994.

1993

Un villegiante di Milano che trascorreva costantemente le estati a Castione della Presolana, conosciuto l'operato dell'associazione e colpito dall'organizzazione interna, dal numero di giovani coinvolti, dall'ampiezza della zona di intervento, sensibilizzò la Sig.ra Emma Del Frate Rulfo, sua conoscente, alla donazione di una nuova ambulanza.
Era sicuramente il primo grosso, importante dono ricevuto: l'associazione si sentì particolarmente riconosciuta nel suo valore dopo anni di lavoro e impegno umano.
Nello stesso anno il ministero della difesa ci assegnò i primi obiettori di coscienza che operarono a supporto dei volontari.

1995

Un altro sussidio provvidenziale giunse dalla Sig.ra Rulfo per la realizzazione di un progetto, sostenuto anche da tutte le amministrazioni comunali dell'altopiano: venne acquistato un pulmino chiamato "AMICO", attrizzato in modo tale da offrire un'assistenza completa a coloro che necessitano di carozzella, o come nel caso di persone sole o anziane, non hanno modo di recarsi all'ospedale per sottoporsi a visite di controllo o esami.
Il Corpo Volontari Presolana diede la sua disponibilità a coprire l'intera Valle di Scalve, in quanto per un buon periodo del 1995, rimase sprovvista del servizio di autoambulanza sino ad allora gestito da privati tranite convenzioni con l'ASL 10 di Albino.

1996

Grazie alla mediazione dell'allora sindaco di Rovetta Ing. Benzoni, venne donata una ambulanza da due cittadine milanesi, le sorelle Longhi, che risiedevano nei mesi estivi a Rovetta.
Anche questo gesto inorgogli l'intera associazione.In questi anni si iniziò la collaborazione con le associazioni "Diabetici Bergamaschi" e "Cuore Sano" di Clusone fornendo volontari che effettuassero in prima persona gli screening per i vari controlli. Visto l'incremento dei servizi sociali, nel 1998, l'associazione acquistò, grazie ad una donazione, una macchina per trasportare le persone che non necessitavano di un'ambulanza.

1999

L'evento principale fu la partecipazione della nostra associazione all'emergenza KOSOVO. Ci impegnammo a raccogliere, presso la popolazione dell'altopiano, viveri di prima necessità e inviammo una squadra di volontari a Tirana presso il campo "Oratorio S.Giovanni Bosco".
Nel 1999, sotto la direzione sanitaria della dott. Fiorina, abbiamo organizzato un corso base di primo soccorso rivolto agli alunni delle classi 4^ delle scuole elementari del circolo didattico di Rovetta (Cerete, Onore-Songavazzo, Fino del Monte, Dorga, Bratto Castione e Rovetta).

2001

Con la completa introduzione del sistema 118 nella provincia di Bergamo la nostra associazione decise di partecipare alla convenzione per la presenza di un nostro mezzo presso il pronto soccorso dell'allora ospedale di Clusone per 12 ore al giorno. Data l'importanza di questo grosso passo, la decisione fu presa da tutti i volontari in una storica riunione.

2002

I nostri volontari si trovarono a collaborare con gli amici della Croce Blu di Gromo per l'emergenza alluvione a Gandellino.

A partire dal 2004

Viene istituito il servizio di trasporto scuola per i ragazzi disabili. Questo servizio è possibile grazie all'acquisto di mezzi attrezzati “Amico” e “Amico 2” (2006).

2010

Abbiamo dato il via ad un altro importante servizio denominato STRADA. Si tratta di un servizio socio-assistenziale gestito dall'Unione dei Comuni della Presolana al fine di consentire a chi ne ha bisogno e non risulta in grado di servirsi dei normali mezzi pubblici, di raggiungere strutture ospedaliere, centri di cura e/o riabilitazione senza gravare ulteriormente sulla famiglia.

Ad oggi...

Il Corpo Volontari Presolana conta circa 200 soci, mantiene la sede storica sita in via Piave a Castione della Presolana, che rimane il vero fulcro operativo e aggregativo dell’associazione.
Luogo di coordinamento e gestione di tutti i servizi secondari nonché della organizzazione associativa.
Gestisce in convenzione con AREU LOMBARDIA due postazioni H. 24 per l’emergenza urgenza 112/118, una a Vilminore di Scalve e una a Clusone.
Recentemente è stato ricostituito un gruppo di protezione civile che ha inglobato l’Associazione antincendio Presolana.
Il presidente dal 2011 è Fulvio Canova.

Servizi sociali

Trasferimenti da ospedale a ospedale Dimissioni e ricoveri ospedalieri Trasporto per dialisi o esami Servizio di pulmino scolastico per bambini disabili Telesoccorso 24h/24h
Scopri di più